L’euphorbia pulcherrima, meglio conosciuta con il termine Stella di Natale, è una pianta bellissima caratterizzata da un colore rosso intenso, originaria del Messico, che simboleggia come dice il nome stesso, questa festività. La Stella di Natale, è considerata la pianta del buon auspicio, e per tale ragione, viene spesso scelta come piccolo dono da regalare durante il periodo natalizio. Regalare una Stella di Natale significa augurare fortuna, salute e prosperità, insomma il regalo perfetto per accompagnare la classica frase “Auguri di Buon Natale e felice anno nuovo”. In conclusione, la Stella di Natale, rappresenta a tutti gli effetti il classico ed intramontabile pensiero da poter fare durante il periodo natalizio. Tuttavia, farla vivere a lungo o comunque riuscire a farla sopravvivere quantomeno alle festività natalizie, non è da tutti. Per tale ragione, oggi vogliamo aiutarvi offrendovi dei consigli utili ed elencandovi gli errori da non fare per non farla morire.

Come far vivere una Stella di Natale a lungo

La Stella di Natale è in assoluto la pianta simbolo del Natale. Inoltre, regalarla durante il periodo natalizio è segno di buon auspicio. Ma come spesso accade, questa bellissima pianta non riesce a vivere a lungo, e muore nel giro di poco tempo. Tuttavia, con i giusti consigli, si può riuscire a far durare una Stella di Natale a lungo.

7 errori da evitare per non far morire la Stella di Natale

Avete ricevuto una bellissima Stella di Natale come regalo, e volete assolutamente impegnarvi per farla durare più a lungo rispetto agli anni passati? Benissimo, siete nel posto giusto. In seguito vi elencheremo gli errori da evitare per non fare morire questa splendida ed elegante pianta.

1. Comprarla a basso costo

Ovviamente risparmiare è sempre bello. Tuttavia, in alcune cose, è meglio evitare di comprare qualcosa a basso costo e spendere qualcosina in più. Una delle cose da comperare senza cercare di risparmiare, è sicuramente la Stella di Natale. Difatti, quest’ultima, durante il periodo natalizio, può essere comperata in svariati luoghi a dei prezzi molto variabili. Si possono reperire ad esempio le Stelle di Natale nei supermercati o per strada da venditori ambulanti a prezzi davvero economici rispetto ad un normale fioraio o garden center. Ma qual è la ragione di questa differenza di prezzo? Chiaramente la qualità. Con molta probabilità, il terriccio utilizzato nelle Stelle di Natale economiche è di scarsa qualità. Pertanto, meglio spendere qualcosina in più, ma avere in casa o regalare una Stella di Natale di qualità migliore e soprattutto che duri più a lungo.

2. Trasportarla senza cura

Quando comperate una Stella di Natale, dovete avere molta cura nel portarla a casa se volete che la vostra pianta duri a lungo. Innanzitutto, non dovete assolutamente esporla eccessivamente al freddo, quindi non dovete lasciarla scoperta, ma ripararla il più possibile. Pertanto, è bene portarla a casa coperta con un cellophane o con un semplice sacchetto, che toglierete una volta giunti a destinazione. Dopodiché, prestate attenzione anche al trasporto in auto. Posizionatela nel sedile oppure nel portabagagli ma fate in modo che rimanga ben ferma, in maniera tale da non perdere terriccio e di non rovinare le meravigliose foglie rosse che caratterizzano questa pianta.

3. Rinvasare immediatamente la pianta

Uno degli errori più comuni, è quello di rinvasare immediatamente la pianta non appena arrivata a casa. Trasferire la Stella di Natale in un altro vaso può stressare non poco quest’ultima, che già si ritrova a doversi abituare al suo nuovo habitat. Pertanto, cercate di farla abituare prima di cambiarle vaso.

4. Annaffiare la pianta con troppa acqua

La Stella di Natale per vivere non ha bisogno di molta acqua. Pertanto, non bisogna annaffiarla in modo esagerato. Innanzitutto, prima di darle nuovamente acqua, dovete essere certi che il terriccio sia asciutto. Per accertarvi di ciò, infilate il vostro indice nel terriccio. Dopodiché, annaffiate la Stella di Natale sempre con la giusta quantità di acqua, e rimuovete quella nel sottovaso.

5. Annaffiare la pianta con poca acqua

Abbiamo appena detto di non annaffiare la Stella di Natale con troppa acqua, ma ciò non significa fare morire di sete la vostra pianta! Dovete semplicemente annaffiare la vostra Stella di Natale con la quantità di acqua che necessita. Per una pianta alta circa 50-60 cm, basta un bicchiere d’acqua una volta a settimana.

6. Posizionarla ad una temperatura non idonea

La temperatura dell’ambiente dove si andrà a collocare la Stella di Natale, è un fattore molto importante da prendere assolutamente in considerazione se si ha intenzione di farla vivere a lungo. Difatti, questa pianta non deve essere mai esposta né a fonti di calore, dunque vicino ai termosifoni, camini o stufe, né vicino a correnti d’aria fredda, come finestre o porte. La temperatura ideale per la Stella di Natale è dai 15 ai 18 °C. Mai posizionarla in ambienti che superano i 22 °C o inferiore a 12 °C. Inoltre, posizionatela in un punto della casa luminoso ma non esponetela ai raggi diretti del sole.

7. Spostarla continuamente

La Stella di Natale è una pianta. ciò significa che è a tutti gli effetti un essere vivente, e non un oggetto qualunque. Pertanto, bisogna conoscere e soprattutto soddisfare i bisogni di quest’ultima. Uno di questi, è quello di non spostarla continuamente, dunque darle ogni giorno una nuova collocazione in un ambiente diverso della casa. La Stella di Natale ha bisogno di tempo per abituarsi al suo habitat, dunque non potete spostarla come un oggetto qualunque.