Doccia Walk in: tutto quello che c’è da sapere

Sono molteplici le novità nel ristrutturare o arredare casa, che con il passare del tempo diventano vere e proprie tendenze adottate da milioni di persone. In particolar modo, la zona bagno di un appartamento, ha subito un cambiamento radicale. Chi decide di imbattersi in una ristrutturazione completa, ma soprattutto nello smantellamento di un vecchio bagno, non può non venire a conoscenza della rivoluzione che ha subito con gli anni la zona bagno, ma soprattutto la doccia. Da un paio di anni, infatti, non si sente che parlare di doccia walk in. Ma in cosa consiste esattamente? Pro e contro? Ma soprattutto, meglio il vecchio e tradizionale box doccia, o una nuova doccia walk in? In seguito tutte le informazioni che cercate.

Indice

Cos’è una doccia walk in?

Iniziamo con esprimere il concetto di doccia walk in: fondamentalmente, è una doccia aperta su uno o due lati, con un vetro fisso. Si accede dal lato aperto e libero, senza aprire nessuna porta. Il piatto doccia è completamente diverso da quello utilizzato per il classico box doccia. Infatti, oltre alla grande varietà di materiali che si trova ad oggi sul mercato per l’acquisto del piatto doccia, si trova altrettanto varietà sulle misure di grandezza del piatto. Le misure ideali per l’istallazione di una doccia walk in, variano da un minimo di 70 centimetri, fino ad arrivare a due metri. Essendo una doccia senza porta, l’ideale sarebbe avere a disposizione uno spazio adeguato e grande quanto basta.

Pro e contro doccia walk in?

Tra i vantaggi, sicuramente troviamo la facilità di accesso( motivo per cui è anche consigliata per persone anziane o con mobilità ridotta); un ulteriore pro sono gli spazi molto ampi per potersi muovere e lavare senza vincoli; non essendoci guarnizioni o cerniere, non necessita nessun tipo di manutenzione; la pulizia è molto più semplice, dato che si limita ad un solo e unico pannello; e per concludere, la bellezza, l’eleganza e l’impatto estetico che ha questa doccia in un bagno . Gli svantaggi, anzi, possiamo usare il singolare, dato che probabilmente questa doccia ha solo un contro, è che non essendoci una porta di chiusura, può fuoriuscire qualche schizzo d’acqua( motivo per cui è consigliato un piatto doccia sufficientemente ampio, e si consiglia l’installazione del soffione sul lato opposto alla parete aperta, in tal modo, questo inconveniente sarà davvero raro).

Quanto costa?

Dopo aver espresso i vantaggi e svantaggi di una doccia walk in, l’ultimo aspetto da valutare, è quello economico. Ebbene si, perché anche sotto questo aspetto, è un vantaggio installare una doccia walk in. Infatti, si possono risparmiare circa 300 euro rispetto ad un tradizionale box di 80×170 cm. In conclusione, installare una doccia aperta con un solo pannello di vetro fisso, comporta risparmio e tantissimi vantaggi.