Casa al primo piano: 4 pro e contro

Quando arriva il fatidico momento dell’acquisto di un immobile, oppure semplicemente decidete di prendere casa in affitto, sono diversi i punti da valutare e da tenere in considerazione. Difatti, ogni abitazione è diversa da un’altra, e per tale motivo bisogna scegliere la migliore in base alle proprie esigenze e alle proprie necessità. A maggior ragione se l’abitazione è in un edificio, bisogna valutare se sia meglio un piano terra, un primo piano, un piano intermedio oppure un ultimo piano. Tutti diversi tra loro, ognuno presenta vantaggi e svantaggi, motivo per cui è impossibile scegliere quale sia il migliore, poiché ogni piano abitativo può essere l’ideale per un nucleo familiare piuttosto che per un altro. Oggi in particolare, vogliamo parlare del primo piano e soprattutto dei pro e dei contro di una casa al primo piano.

Indice

  1. Non essere vincolati dalla presenza dell’ascensore
  2. Spese condominiali ridotte
  3. Maggiore praticità
  4. Clima interno più mite
  1. Sicurezza minore
  2. Rumorosità maggiore
  3. Presenza maggiore di polvere in casa
  4. Luminosità minore

4 Pro di una casa al primo piano

Ecco in seguito i vantaggi di una casa posizionata al primo piano.

1- Non essere vincolati dalla presenza dell’ascensore

Avete appena visto una casa molto carina al primo piano di un piccolo edificio, dove però non è presente l’ascensore? Nessun problema! Uno dei vantaggi delle abitazioni posizionate al primo piano è appunto il non essere vincolati dalla presenza dell’ascensore, poiché basta una semplice e veloce rampa di scala per poter entrare o uscire di casa. La stessa cosa non si può dire dei piano intermedi o degli ultimi piani, dove la presenza dell’ascensore diventa perfino fondamentale, e bisogna attendere se occupato, e salire a piedi diverse rampe di scale se guasto.

2- Spese condominiali ridotte

Le spese condominiali, soprattutto quelle riguardanti la manutenzione dell’ascensore, non sono medesime per tutti gli appartamenti. Difatti, metà della spesa da sostenere viene divisa per tutti i condomini in base alle dimensioni della propria abitazione, invece l’altra metà della spesa viene divisa tenendo in considerazione il piano abitativo di ogni condomino. Pertanto, un primo piano dovrà affrontare spese minori rispetto ad un piano intermedio oppure un ultimo piano.

3- Maggiore praticità

Dover trasportare mobili, tv o complementi d’arredo di medie o grandi dimensioni è più semplice in un primo piano piuttosto che in un ultimo piano. Difatti, basta fare una sola rampa di scala, senza sforzi esagerati e soprattutto spese eccessive.

4- Clima interno più mite

In una casa al primo piano di un edificio, il clima interno sarà sempre più mite, e dunque si avrà un controllo termico migliore. Ciò significa, che durante i mesi invernali, in un primo piano si manterrà costantemente una temperatura stabile, grazie al calore dei muri degli appartamenti che ci circondano. Mentre in estate, poiché il calore tende a diffondersi maggiormente nei piani alti, un primo piano sarà sicuramente più mite rispetto a un ultimo piano, dove il sole batte diretto sul tetto ogni giorno, riscaldando maggiormente l’appartamento.

4 Contro di una casa al primo piano

Chiaramente, come qualsiasi altro piano abitativo, anche un primo piano ha sia dei pro, che dei contro. Adesso è il turno proprio di quest’ultimi.

1- Sicurezza minore

Si sa, i piani bassi sono meno sicuri rispetto ai piani alti per quanto riguarda i furti. I ladri possono accedere più facilmente in un piano terra o in un primo piano, e per questo solitamente, bisogna ricorrere a delle misure di sicurezza. L’ideale sarebbe far installare delle grate negli infissi o delle tapparelle blindate. In alternativa, si può ricorrere ad un impianto di allarme o di videosorveglianza.

2- Rumorosità maggiore

I piani bassi presentano un altro svantaggio non indifferente, ossia la rumorosità. Se siete in cerca di una casa abbastanza silenziosa, probabilmente sarà meglio per voi un piano alto. Difatti, a maggior ragione se l’edificio è in pieno centro, o comunque in città, e si è vicini ad una strada abbastanza trafficata, i rumori soprattutto durante le ore diurne potrebbero essere abbastanza fastidiosi.

3- Presenza maggiore di polvere in casa

In realtà per questo svantaggio, un po’ come il punto precedente, influisce molto la posizione dell’abitazione. Difatti, se la casa è in città, in pieno centro, o comunque in una strada principale, smog e polvere saranno all’ordine del giorno, e si depositeranno maggiormente nei piani bassi. Chiaramente, un primo piano in periferia o lontano dallo smog non presenterà lo stesso problema.

4- Luminosità minore

Anche qui, gioca un ruolo fondamentale la posizione della casa. Difatti, solitamente una casa ai piani alti è più luminosa rispetto ad un piano basso. Ma ciò dipende molto dalla collocazione dell’edificio. Se intorno sono presenti palazzi bassi, la luce in una casa al primo piano non sarà un problema. La stessa cosa non si può dire di un primo piano di un edificio circondato da palazzi molto alti, che limiteranno sicuramente la luminosità dell’abitazione.