Prendere una casa in affitto è una scelta dettata da diversi fattori. Nonostante acquistare casa sia una delle scelte migliori da fare nel corso della vita, molto spesso una casa in affitto è la soluzione più comoda e opportuna. Se si ha bisogno di una casa per un breve periodo, come nel caso dei lavoratori o degli studenti fuori sede, o semplicemente si desidera una casa per un paio di anni, in attesa di trovare quella giusta da comprare, allora l’affitto è l’opzione più giusta. Tuttavia, abitare in una casa più o meno momentanea, non vuol dire non avere cura nell’arredamento e soprattutto non renderla intima e accogliente. Arredare una casa in affitto in modo ottimale è importante tanto quanto una casa di proprietà.

Indice

  1. Acquistare mobili su misura
  2. Acquistare molti mobili
  3. Non rinnovare le pareti
  4. Non rinnovare il pavimento
  5. Non utilizzare materiale di riciclo

Arredare in modo valido una casa in affitto

Scegliere l’arredo per la propria casa, in base a gusto e stile personale, è sicuramente qualcosa di molto entusiasmante. Tuttavia, bisogna frenare un po’ la propria euforia quando la casa in questione è in affitto. Difatti, molte idee non sono fattibili in una casa non di proprietà. Ciò nonostante, non significa non curare e abbellire la propria abitazione del momento.

Per arredare una casa in affitto basta semplicemente un minimo di creatività e di buongusto. Facendo bene attenzione a non commettere errori, si può arredare una casa in affitto in modo eccellente.

Ecco i 5 errori da non fare nell’arredare una casa in affitto

Ecco in seguito i 5 errori da non fare quando si arreda una casa in affitto.

1. Acquistare mobili su misura

Il primo e soprattutto il più considerevole errore che si commette solitamente quando si arreda una casa in affitto, è l’acquisto di mobili su misura. Nonostante l’idea di scegliere un arredo ad hoc per la propria abitazione sia molto più allettante, tuttavia è anche la soluzione più costosa.

Inoltre, i mobili su misura possono non tornarci più utili nel momento in cui un giorno decideremo di cambiare casa, poiché non sarà facile adattarli ad un’altra abitazione. La soluzione migliore per arredare una casa in affitto, è quella di optare per mobili non su misura e soprattutto non troppo costosi.

2. Acquistare molti mobili

Se avete intenzione di abitare in una casa in affitto per un breve periodo, o comunque non per sempre, vi consigliamo di non esagerare con l’acquisto di mobili e vari complementi d’arredo. Innanzitutto perché un domani, avrete più cose da dover smontare e trasportare, e poi perché potrebbero non adattarsi alla nuova abitazione o al nuovo stile d’arredo. Acquistate solo mobili utili o di cui non potete proprio farne a meno, ed evitate chiaramente l’esagerazione.

3. Non rinnovare le pareti

Abitare in una casa in affitto, non significa accontentarsi di qualsiasi cosa. Come dice il proverbio, anche l’occhio vuole la sua parte, pertanto arredare e abbellire la propria casa nel migliore dei modi è fondamentale. Non rinnovare le pareti, è uno degli errori più comuni che si commettono quando si prende casa in affitto.

Basta davvero poco per rinnovare le pareti, e soprattutto non bisogna affrontare grosse spese. Con una bella pittura, si possono dipingere le pareti e donare all’abitazione un aspetto completamente nuovo. In alternativa, si possono abbellire con varie tipologie di carte da parati, sempre più di tendenza nell’arredi degli interni.

4. Non rinnovare il pavimento

Il pavimento è molto spesso il peggior nemico nelle case in affitto. È la prima cosa che risalta subito all’occhio, e non è inusuale trovare pavimentazioni datate e rovinate, o semplicemente disgustose. Il pavimento incide moltissimo nell’arredamento e nello stile della casa, tuttavia, in una casa in affitto non si può smattonare, poiché a decidere è il padrone di casa, e inoltre, affrontare una grossa spesa con delle nuove piastrelle, per una casa che non è neanche nostra, non è la soluzione ideale.

Però in realtà una soluzione per rinnovare il pavimento in modo semplice, veloce e fai da te c’è, e consiste nelle piastrelle in pvc adesive. Il pavimento sarà del tutto rinnovato, senza però aver eseguito lavori edili. In commercio esistono davvero svariate tipologie di pavimenti adesivi, tutto straordinari.

5. Non utilizzare materiale di riciclo

In una casa in affitto, soprattutto se momentanea, non è consigliato spendere tanti soldi in mobili e complementi d’arredo. Tuttavia però, stiamo parlando sempre di una casa in cui abitare, per cui bisogna comunque che sia arredata. Invece che acquistare molti mobili nuovi, vi consigliamo se possibile, di utilizzare materiale di riciclo per arredare casa.

Se avete a disposizione un mobile antico che volete buttare via perché datato, rinnovatelo piuttosto, potrebbe tornarvi utile per la vostra casa in affitto. Un’altra idea molto creativa e soprattutto geniale, è utilizzare i pallet o le cassette di legno per arredare. Facili da reperire, con un pizzico di creatività e fai da te, si può arredare qualsiasi ambiente in modo economico e originale. Per delle soluzioni provvisorie e non, i pallet e le cassette di legno sono davvero il top.