L’ingresso di casa è sicuramente il biglietto da visita di ogni abitazione. È il primo ambiente che si visita non appena si supera la soglia di casa. Per chi abita la casa, deve ovviamente essere un ambiente bello ma soprattutto utile e funzionale. Per gli ospiti invece, deve lasciare il segno, e presentare in primis noi, i nostri gusti e il nostro stile, ma deve anche rappresentare il resto della casa. Anche se può sembrare facile arredare l’ingresso di casa, poiché molto spesso è un ambiente abbastanza piccolo, in realtà così non è. Difatti, molto spesso si commettono degli errori in fase di arredamento. Se volete evitare che questo accada, ecco in seguito gli errori da non fare per arredare l’ingresso di casa in modo ottimale.

Indice

Consigli per arredare l’ingresso di casa

Per arredare l’ingresso di casa è fondamentale fare tutte le valutazioni del caso. Innanzitutto, è necessario prendere le giuste misure dello spazio che abbiamo a disposizione. Dopodiché, bisogna procedere con la scelta dell’arredamento in base allo stile del resto degli ambienti di casa.

Dunque, prima di acquistare qualsiasi tipologia di mobili e complementi d’arredo, scegliere lo stile d’arredo che si desidera adottare in casa. Ricordatevi sempre che l’ingresso di casa deve essere un ambiente bello, funzionale, ospitale e accogliente.

8 errori da non fare per arredare l’ingresso di casa

L’ingresso può sembrare l’ambiente della casa più semplice da arredare, ma non è assolutamente così. Al contrario, non è molto difficile commettere errori in fase d’arredamento. Ecco in seguito gli errori comuni da non commettere assolutamente quando si arreda l’ingresso di casa.

1. Esagerare con i mobili

Acquistare troppi mobili per arredare un ambiente non è sempre una buona idea. A maggior ragione se parliamo di un ingresso, solitamente l’ambiente più piccolo della casa. Non è la quantità di mobili, ma la qualità e l’eleganza a fare la differenza. Acquistate dunque i mobili necessari per arredare l’ingresso senza però esagerare.

2. Sottovalutare i dettagli

Nonostante stiamo parlando di un ambiente solitamente abbastanza piccolo, non bisogna mai sottovalutare i dettagli. È fondamentale dunque arredare l’ingresso con piccoli complementi d’arredo d’effetto in grado di lasciare il segno. Non può mancare ad esempio la decorazione delle pareti con uno straordinario specchio, ma anche con dei quadri o delle foto. Anche il verde non può mancare, quindi scegliere una bella pianta da posizionare all’ingresso.

3. Ostacolare il passaggio

L’ingresso rappresenta il punto d’accesso in casa, dunque è un ambiente di passaggio. Per questo, è fondamentale non ostacolare la circolazione in nessun modo con mobili, complementi d’arredo o accessori vari. Piuttosto, rendete l’ingresso pratico e favorire il passaggio nel miglior modo possibile.

4. Non disporre un punto d’appoggio

Qualsiasi siano le dimensioni dell’ingresso di casa, è molto importante avere un punto d’appoggio dove riporre gli oggetti personali necessari quando si esce o si torna a casa come chiavi e portafoglio. In base allo spazio a disposizione, si può inserire un tavolo, una consolle, un mobile, una scrivania ma anche una semplice mensola.

5. Sminuire la funzionalità dell’ingresso

Bello si, ma soprattutto funzionale. Per arredare l’ingresso di casa non bisogna mai sottovalutare questa determinata caratteristica. Chi abita la casa, non deve riscontrare problemi nell’organizzazione delle scarpe o dei cappotti, o nel riporre chiavi, borsa o portafoglio. Dunque, il primo elemento indispensabile da tenere in considerazione è la funzionalità.

6. Eccedere con i colori

Spesso nell’arredare l’ingresso di casa si commette l’errore di utilizzare sia per le pareti che per l’arredo tonalità troppo accese e diverse tra loro, ottenendo un risultato finale sgradevole. La soluzione ideale è sicuramente puntare su colori chiari e delicati, come ad esempio le tonalità pastello.

7. Non ottimizzare lo spazio a disposizione

Ogni angolo di casa deve essere sfruttato in modo intelligente e funzionale. Soprattutto se l’ambiente in questione è l’ingresso, solitamente di piccole dimensioni. È fondamentale ottimizzare lo spazio a disposizione in modo ottimale, magari ricorrendo a soluzioni salvaspazio ideali per il proprio ingresso.

8. Non includere un guardaroba

A prescindere dalle dimensioni dell’ingresso, è fondamentale predisporre un guardaroba, anche di piccole dimensioni. Avere un appoggio per cappotti e borse è infatti essenziale. In base allo spazio a disposizione, potete scegliere un classico appendiabiti da terra, oppure potete fissare dei ganci alla parete, sicuramente la soluzione più salvaspazio. Infine, se l’ambiente è capiente e lo spazio lo permette, potete posizionare un armadio delle dimensioni che preferite.