Il bagno è sicuramente uno degli ambienti più importanti della casa. Difatti, in questo ambiente bisogna coniugare estetica, buongusto, stile, funzionalità, praticità e comodità. Chiaramente, non è proprio un gioco da ragazzi combinare tutti questi benefici in un solo ambiente. Per tale ragione, quando si trova finalmente casa, bisogna progettare nei minimi dettagli il bagno. Sbagliare non è impossibile, anzi, il contrario, è abbastanza semplice commettere errori sull’arredamento del bagno di cui pentirsi molto presto, e soprattutto non semplici da rimediare. Siete anche voi alle prese con l’arredamento del bagno e cercate idee, consigli, soluzioni, e soprattutto volete evitare di commettere errori? Siete nel posto giusto! Continuate a scorrere l’articolo, prendete ispirazione, e infine, progettate e arredate il vostro bagno!

Indice

12 errori da evitare nell’arredamento del bagno

Avete finalmente comperato la casa dei vostri sogni, e adesso vi tocca il difficile compito di ristrutturarla, dunque progettarla e arredarla? Allora non vi resta che prendere ispirazione per ogni singolo ambiente della casa. Oggi in particolare, vogliamo parlarvi del bagno, uno degli ambienti più importanti quanto difficili da progettare e arredare. Ecco in seguito la lista degli errori che è meglio evitare di commettere in questo ambiente.

1. Realizzare un solo progetto

Innanzitutto, partiamo dalla progettazione di questo ambiente. Essendo uno degli ambienti più difficili da progettare e arredare, è consigliabile prima di avviare i lavori o comperare i mobili e i sanitari, realizzare più di un progetto, e scegliere infine il più indicato per la propria abitazione. Non sempre infatti il primo progetto e le prime idee, sono le migliori.

2. Sottovalutare forma e dimensioni del bagno

Prima di fare qualsiasi passo, dunque di scegliere rivestimenti, colori, mobili, sanitari e quant’altro, è bene prendere assolutamente in considerazione la forma e le dimensioni del bagno. Sognare è bello, ma in un compito difficile come questo, bisogna essere realistici. Progettate e arredate il vostro bagno considerando questi importantissimi fattori. Bagno piccolo, grande, stretto, lungo, insomma ad ogni bagno il progetto ideale.

3. Sottovalutare la luminosità

Un altro fattore da tenere assolutamente in considerazione, è la luminosità dell’ambiente. Difatti, non tutti i bagni chiaramente godono della stessa luce naturale. Alcuni possono avere una finestra che gode di una straordinaria esposizione solare, altri bagni invece, possono perfino patire la mancanza anche di una sola finestra. Dalla luminosità dipende la scelta dei rivestimenti, dei materiali, dei colori da utilizzare, insomma tutto!

4. Errare l’ordine dei sanitari

Uno degli errori abbastanza comuni, di cui è molto facile pentirsene presto, è sbagliare la disposizione di wc, bidet, lavabo, doccia o vasca. Questi appena elencati sono chiaramente gli elementi principali di qualsiasi bagno, pertanto devono essere collocati in maniera impeccabile, ovviamente sempre tenendo in considerazione l’impianto idrico e gli scarichi. Non sottovalutate anche la distanza tra i vari sanitari.

5. Errare l’apertura della porta

Un altro errore abbastanza comune, è sicuramente quello di sbagliare l’apertura della porta. Se non è possibile inserire una porta scorrevole, e dovete a tutti i costi inserire una porta a battente, valutate assolutamente quale sia la migliore apertura di quest’ultima, in maniera tale da non creare disagio o intralcio.

6. Scegliere colori troppo scuri o vivaci

Se il vostro bagno è di dimensioni abbastanza ridotte, quindi si tratta di un ambiente davvero piccolo, è meglio non utilizzare colori troppo scuri o vivaci, che andrebbero a rimpicciolire e incupire ulteriormente il bagno. Meglio optare per colori chiari e luminosi in grado di conferire all’ambiente una maggiore ampiezza visiva.

7. Sottovalutare l’apertura della finestra

Oltre a prendere in considerazione l’apertura della porta, è bene valutare anche l’apertura della finestra in fase di progettazione e arredo. Se non volete infatti ritrovarvi a lavori finiti con una finestra non semplice da aprire perché intralciata da mobili o ad esempio dalla doccia, è meglio prendere in considerazione in tempo l’apertura della finestra.

8. Comperare un mobile troppo ingombrante

La scelta del mobile da inserire in bagno è molto importante. Difatti, questa scelta deve essere fatta prendendo in considerazione chiaramente le dimensioni dell’ambiente. Non optate per mobili troppo ingombranti e voluminosi se lo spazio non è abbastanza.

9. Non Optare per uno stile minimal

Uno degli stili più idonei per arredare il bagno è sicuramente il minimal. Difatti quest’ultimo si caratterizza per delle linee semplici e pulite, e soprattutto per l’eliminazione di tutto ciò che è inutile e superfluo. Arredate il vostro bagno con lo stretto necessario, senza riempirlo esageratamente.

10. Non ottimizzare lo spazio

Se il bagno è piccolo, dovete assolutamente ottimizzare lo spazio. Come? Con le soluzioni salvaspazio, ovvero mobiletti salvaspazio, magari sospesi, con delle mensole, e con dei cassetti nascosti!

11. Sottovalutare la funzionalità

Va bene scegliere di arredare un bagno con stile e buongusto, e allestire un ambiente da sogno, ma non dovete assolutamente sottovalutare la funzionalità di questo ambiente. Non scegliete dei sanitari oppure un lavabo solo ed esclusivamente per il design, ma valutate l’uso quotidiano che ne andrete a fare.

12. Essere disordinati

Mai essere disordinati in un ambiente di vitale importanza come il bagno! Difatti, questo ambiente, è vissuto costantemente dall’intero nucleo familiare, quindi colmo di oggetti e prodotti personali per la cura del viso e del corpo, pertanto, è fondamentale, che si rispetti sempre l’ordine. Inoltre, un bagno ordinato, risulterà anche più facile da mantenere pulito.