Quanto è bello e soprattutto soddisfacente, una volta adulti e trovata la propria stabilità lavorativa ed economica, andare a vivere da soli in una casa tutta propria? Ciò comporta tanta libertà ma anche diverse responsabilità. Inoltre, avere una casa tutta propria significa anche progettarla e arredarla in base al proprio stile e ai propri gusti. In fondo, è la prima casa che si vive da soli o comunque senza i propri genitori, dunque si può allestire come più si desidera. Ciò non significa però, arredarla senza stile e buongusto, riciclando vecchi mobili o complementi d’arredo. Pertanto, non commettete l’errore di arredare la vostra prima casa in modo frettoloso, o senza tenere il considerazione il risultato finale. Ecco in seguito gli errori da evitare in casa se hai meno di 30 anni!

Tanta indipendenza ma anche molte responsabilità

Andare a vivere da soli è il sogno di ognuno di noi. Difatti, ciò significa non dover condividere più gli ambienti della casa con il resto della famiglia, non dover chiedere il permesso o fare a turni per occupare il bagno, mangiare ciò che si desidera senza dover rispettare obbligatoriamente gli orari, poter tornare a casa quando si desidera.

Insomma, andare via da casa dei propri genitori dona un meraviglioso senso di indipendenza. Tuttavia, come qualsiasi altra cosa, ciò comporta sia aspetti positivi, sia negativi. Difatti, andare a vivere da soli comporta anche delle responsabilità, come pagare mutuo o affitto, bollette e scadenze varie, fare la spesa, le faccende domestiche, il bucato, insomma, svariate cose che probabilmente prima svolgevano i propri genitori.

Inoltre, avere una casa tutta propria comporta anche delle responsabilità dal punto di vista dell’arredo. Adesso tocca a noi dover arredare con gusto e stile tutti gli ambienti della casa. Non abbiate fretta di arredare tutto e subito, e soprattutto non fate l’errore di arredare la vostra prima casa senza considerare minimamente lo stile e il buongusto. La vostra casa deve essere sempre e comunque accogliente ed elegante.

Errori da evitare nell’arredamento se hai meno di 30 anni

Finalmente avete comperato o preso in affitto la vostra prima casa e siete chiaramente pieni di entusiasmo. Allo stesso tempo, siete in panico, perché non sapete da dove iniziare. Allora siete nel posto giusto, ecco in seguito gli errori da evitare in casa se hai meno di 30 anni.

1. Avere troppa fretta

Chiaramente siete euforici e non vedete l’ora di andare finalmente a vivere da soli. Tuttavia, si sa, la fretta non è mai buona consigliera. Quindi armatevi di calma e pazienza e progettate nel migliore dei modi l’arredamento della vostra prima casa. Non fate acquisti o scelte azzardate di cui vi potreste presto pentire. Meglio perdere qualche giorno o mese in più, ma essere certi delle proprie scelte.

2. Riempire eccessivamente gli ambienti

Chi ha detto che per essere accogliente e arredato in modo ottimale, un ambiente, deve essere riempito in maniera eccessiva di mobili e complementi d’arredo. Anzi, molto spesso, il troppo stroppia. Un ambiente eccessivamente pieno, risulterebbe molto caotico. Scegliete dunque la giusta quantità di mobili e complementi d’arredo, in grado di conferire all’ambiente il giusto risultato finale.

3. Combinare diversi stili d’arredo

Una delle scelte più importanti da fare, quando si prende casa, prima di procedere con la pittura delle pareti o l’acquisto dei vari mobili e complementi d’arredo, è la scelta dello stile che si intende seguire. Difatti, nonostante non sempre sia semplice, bisogna avere le idee bel chiare sullo stile d’arredo. Mischiare troppo stili tra di loro, rovinerebbe l’intero risultato finale, e soprattutto gli ambienti risulterebbero troppo caotici.

4. Sottovalutare l’illuminazione

Un altro fattore importantissimo da tenere immediatamente in considerazione, è l’illuminazione e l’esposizione solare di ogni ambiente della casa. Prima di procedere con la scelta dei colori, vi consigliamo di analizzare per bene l’illuminazione di ogni singolo ambiente. Così facendo, sarà impossibile sbagliare.

5. Sottovalutare i complementi d’arredo

Se la vostra intenzione è quella di ottenere una casa arredata con stile e buongusto, non potete sottovalutare l’importanza dei complementi d’arredo. Difatti quest’ultimi, svolgono un ruolo molto importante e influiscono parecchio sul risultato finale. Pertanto scegliete con cura cuscini, tende, tappeti, quadri e tutto il resto.

6. Essere disordinati

Va bene che siete andati via da casa dei vostri genitori, e che finalmente non dovete stare alle regole di nessuno, ma l’ordine non deve comunque mancare. Siete comunque ormai adulti, e dovete essere responsabili e ordinati. Ricordatevi che l’ordine sta alla base di tutto, anche della pulizia.

7. Non inserire le piante in casa

Non avete grande passione per le piante e soprattutto, siete dei veri e propri pollici neri, e non riuscite a prendervene cura? Benissimo, ciò non significa però non inserire piante in casa, poiché quest’ultime, contribuiscono e anche parecchio nell’arredamento. Pertanto, optate per piante che necessitano di poche attenzioni.