Gli ambienti della casa che più assimilano gli odori, sono sicuramente la cucina e il bagno. Molto spesso inoltre, questi ambienti vengono invasi da cattivi odori abbastanza sgradevoli. La causa, quasi sempre sono le tubature. Tuttavia, mantenere questi ambienti profumati non è impossibile, anzi. Con le giuste accortezze, potrete prevenire l’insorgere del problema. Oggi in particolar modo, vogliamo affrontare la tematica cattivi odori in bagno, e in particolare, vogliamo svelarvi quali sono gli errori comuni, che si commettono senza neanche accorgersene, da non fare per avere il bagno sempre profumato.

Indice

Allontanare i cattivi odori e avere un bagno sempre profumato

Il bagno è probabilmente l’ambiente della casa che necessita maggiormente di pulizia e igiene. Tuttavia, nonostante la pulizia costante, i cattivi odori sono inevitabili. Ma da cosa dipendono? Come si può risolvere il problema?

5 errori da non fare per avere il bagno sempre profumato

Ecco in seguito la lista degli errori, che si commettono molto spesso involontariamente, che vanno ad influire sulla diffusione dei cattivi odori in bagno.

1. Non fare arieggiare quotidianamente

La ventilazione in un ambiente come il bagno, è probabilmente il primo aspetto da tenere in considerazione. Se pensate di risolvere semplicemente con i profumatori per ambienti, vi sbagliate, Difatti, se non si fa arieggiare la stanza, gli odori non usciranno facilmente, anzi tenderanno a mischiarsi tra loro. Pertanto, si avrà un miscuglio di cattivi odori, e fragranze profumate, insomma un mix probabilmente non molto piacevole.

2. Non pulire con frequenza i scarichi

Quando si pensa alla pulizia del bagno, solitamente si pensa ai vari sanitari. Tuttavia, non bisogna mai tralasciare la pulizia degli scarichi. Sicuramente, quest’ultimi non necessitano di una pulizia quotidiana come quella dei sanitari, ma non devono mai essere tralasciati. Gli scarichi devono essere puliti spesso, poiché sono sicuramente una delle cause principali dell’insorgere dei cattivi odori a causa dei residui di sporcizia che si insediano costantemente. Almeno una volta a settimana, alzate e pulite anche la griglia dello scarico della doccia, eliminando eventuali residui di sporcizia.

3. Lasciare che l’umidità si insinui nel vostro bagno

Il bagno si sa, è probabilmente l’ambiente della casa dove è più probabile che si formi della muffa, a causa del vapore e dell’umidità dopo ogni doccia. Come abbiamo già detto prima, far arieggiare questa stanza della cosa è fondamentale, soprattutto dopo aver fatto una doccia o un bagno. Non tralasciate mai questo consiglio. Per contrastare l’umidità, potete anche comperare delle tipologie di piante specifiche, che sono in grado di assorbire l’umidità, e di conseguenza, ottimizzano l’aria circostante.

4. Non disinfettare i tubi

Nei tubi si forma costantemente dello sporco, anche se invisibile agli occhi. Pertanto, sarebbe meglio prevenire eventuali ingorghi, che oltre a recare problemi, sono anche causa di cattivi odori. Il nostro consiglio è dunque quello di utilizzare un prodotto disinfettante per i tubi con una certa continuità.

5. Non considerare il livello dell’acqua del water

Un altro elemento che non dovete mai trascurare, è il livello dell’acqua nel water. Difatti, quando quest’ultima pian piano inizia a diminuire considerevolmente, oltre ad essere un problema è anche una delle cause dei cattivi odori in bagno. Questo accade, perché l’acqua funge da filtro, e dal momento che essa viene meno, i cattivi odori delle tubature riescono a passare.