A chi non piacciono le piante? D’altronde, oltre ad essere belle da vedere, offrono diversi benefici all’essere umano. Purtroppo, molto spesso rinunciamo ad averle in casa perché non riusciamo nonostante i vari tentativi a farle sopravvivere e tenerle in vita. Pertanto, ci limitiamo solamente ad ammirarle, nelle case altrui o nei negozi di piante e fiori. La domanda però sorge spontanea: cosa sbagliamo? Siamo davvero irrimediabilmente dei pollici neri? Ecco in seguito i 10 errori comuni che fanno morire le piante in casa. Provate a rimediare e potreste diventare dei bravissimi pollici verdi in grado di tenere in vita le piante da interno.

Indice

I benefici delle piante in casa

Le piante sono belle, vivaci e colorate, insomma sono quella tipologia di complemento d’arredo che non deve mai mancare in casa. Con le piante, si può arredare in maniera eccellente, poiché consentono di abbellire qualsiasi ambiente.

Inoltre, le piante offrono diversi benefici in casa, poiché purificano l’ambiente e generano ossigeno, grazie al processo della fotosintesi clorofilliana. Inoltre migliorano l’umore e facilitano l’attenzione nel lavoro o nello studio.

10 errori comuni che fanno morire le piante in casa

Siete al corrente dei numerosi benefici che offrono le piante, vi piacerebbe averne parecchie in casa, ma purtroppo ogniqualvolta che ne avete comperata una, nonostante le cure e le attenzioni, quest’ultima non è riuscita a sopravvivere. Cosa sbagliamo?

1. Annaffiamento esagerato

L’eccessiva acqua è probabilmente la causa principale di morte delle piante. Inoltre, non è vero che tutte le piante hanno bisogno dello stesso quantitativo d’acqua. Bisogna sempre tenere sotto controllo l’umidità del terriccio. Per farlo, basta immettere un dito nel terriccio.

2. Insufficiente annaffiamento

Nonostante sia meglio annaffiare la pianta con poca piuttosto che troppa acqua, è fondamentale comunque non farla morire di sete. Solitamente, una pianta da interno fa capire subito quando ha bisogno d’acqua, poiché tenderà ad appassire o a cambiare colore.

3. Eccessiva vicinanza a fonti di calore

In inverno siamo soliti riscaldare la nostra abitazione con termosifoni o stufe. Queste fonti di calore sono straordinarie per noi essere umani, ma non per le piante. Difatti, le fonti di calore artificiale fanno disidratare le piante molto velocemente. L’ideale sarebbe posizionare le piante lontano da fonti di calore.

4. Scelta della collocazione

La giusta collocazione della pianta in casa è fondamentale. Difatti ognuna di esse ha necessità diverse. Se volete farle sopravvivere, non posizionate mai le piante a caso, ma informatevi e valutate per bene la scelta della collocazione.

5. Eccessiva vicinanza a corrente d’aria

Mai far subire alla pianta sbalzi d’aria. Soprattutto in inverno, dove la temperatura fra esterno e interno è parecchio diversa, è consigliabile non posizionare la pianta in prossimità di una finestra o di qualsiasi altra corrente d’aria.

6. Fretta di travasare la pianta

Non abbiate mai fretta di trapiantare la pianta appena acquistata. Solitamente occorre un anno circa prima che la pianta abbia questa necessità. Lasciate trascorrere dunque il tempo necessario per far ambientare la pianta e farla crescere tranquillamente.

7. Acquisto di una pianta inadeguata

Non abbiate fretta di acquistare una pianta, nonostante resistere alla loro bellezza spesso sia impossibile. Prima di acquistare una determinata pianta, informatevi sui bisogni di quest’ultima, come la luce o l’acqua di cui necessita. Inoltre, non acquistate piante da esterno per tenerle in casa, o viceversa, poiché potrebbero non trovarsi bene in un ambiente diverso e dunque morire.

8. Non sostituire il vaso

Le piante se curate in modo corretto, crescono in modo rigoglioso. Per tale motivo, avranno necessariamente bisogno di maggiore spazio. Dunque, non dimenticate mai di sostituire i vasi non appena notate che le piante sono cresciute.

9. Scarsa luce

La luce naturale è uno degli elementi più importanti quando si parla di piante da interno. Difatti, le piante hanno bisogno della luce per eseguire la fotosintesi, e se non si soddisfano le loro necessità, potrebbero morire in breve tempo. Se dovete collocare una pianta in un ambiente poco illuminato della casa, piuttosto ricorrete ad una tipologia di pianta che riesce a crescere anche con poca luce.

10. Non utilizzare i fertilizzanti

Spesso si pensa che per far sopravvivere una pianta bastano semplicemente le giuste attenzioni. In realtà, è fondamentale fare uso dei fertilizzanti se si desidera ottenere ottimi risultati. Difatti, con il passare dei mesi, i nutrienti che si trovano nel terreno si consumano. Pertanto è necessario rifornire la pianta con il giusto concime.